Salute

Virus e palestre

Quali precauzioni per allenarsi in sicurezza.

Una parte del nostro Paese sembra essere in preda al panico, ma è necessario razionalizzare e non farsi prendere dall’ansia eccessiva. Per chi frequenta le palestre lontano dalle zone cosiddette “Rosse” non c’è alcun rischio. 

Né l’aria ricondizionata né il sudore possono essere contagiosi, mentre la piscina offre la protezione del cloro. Ecco comunque qualche accortezza utile per prevenire qualunque tipo di contagio da virus quando si fa sport in palestra.

Tra i provvedimenti presi dalle autorità regionali relativamente al Corona Virus c’è anche l’obbligo di “sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato” palestre comprese.

Il gruppo Virgin Active, ad esempio, che ha 38 centri in tutta Italia, ha sospeso le attività di allenamento in Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria ed Emilia-Romagna e sta mettendo in atto i protocolli di sanificazione di tutti i locali accessibili alla propria clientela, in linea con quanto consigliato dal Ministero della Salute. 

In tutto il resto d’Italia, in molti si stanno chiedendo se continuare ad allenarsi sia una buona idea e quali possano essere i rischi nel frequentare un centro fitness. Le palestre, infatti, sono luoghi chiusi e frequentati da molte persone che vi sostano per ore.

Pochi importanti consigli

  • Disinfettate le parti degli attrezzi che vengono a contatto con la pelle con soluzioni alcoliche.
  • Evitate di compiere esercizi a torso nudo e, quando possibile, appoggiate un asciugamano personale sul tappetino e sugli attrezzi. Lavate sempre l’asciugamano tra un allenamento e il seguente.
  • Le mani sono il principale mezzo di contagio (più della bocca e del naso). Lavatevi bene le mani: il lavaggio deve durare almeno un minuto e deve comprendere anche i polsi.
  • Evitare di bere da rubinetti pubblici, e usate sempre borracce personali o bicchieri monouso.

La salute degli altri spetta – anche – a voi

Una persona con il raffreddore o che ha sintomi influenzali non deve andare in palestra. Questa regola vale sempre e non solo in questo periodo, e vale soprattutto per i giovani che spesso sono più attenti alla forma fisica ma sopportano anche meglio i disturbi simil-influenzali, allenandosi lo stesso.

In piscina

Allenarsi in piscina espone a meno rischi perché c’è il cloro. Questo, infatti rappresenta un fattore protettivo che viene spesso utilizzato per eliminare uccidere gli agenti contaminanti.

Perciò, se vengono rispettate diligentemente le norme base di ogni piscina, e se le persone evitano di andare nelle stesse in condizioni di salute precaria, non vi è pericolo di contagio, alle condizioni attuali.

È importante però fare sempre la doccia sia prima, sia dopo essere entrati in piscina  e non è sufficiente bagnarsi per pochi secondi, specialmente prima di entrare.

Iscriviti alla newsletter