Alimentazione Sana

Salmone: proprietà e benefici

Il salmone è un alimento ricco di nutrienti e benefici per la nostra salute. Scopriamolo insieme con questo articolo.

Valori nutrizionali del salmone

Se consumato fresco apporta numerosi benefici ed è ricco di proprietà nutritive.

Il salmone apporta circa 232 kcal per 100g composto da:

  • 25 g di proteine
  • 14,6 g di grassi

Con delle buone quantità di vitamina B12 e potassio. Ricco inoltre di:

  • Acidi grassi essenziali: omega-3 e grassi polinsaturi utili al nostro organismo.
  • Sali minerali e vitamine: apporta una buona quantità di vitamina D. Come sali minerali troviamo invece fosforo, selenio, potassio e calcio
  • Basse quantità di sodio: tranne per quello affumicato.

Contiene discrete quantità di colesterolo

Benefici del salmone

Tra i suoi numerosi benefici troviamo: 

  • Migliora la nostra salute cardiaca 
  • Favorisce una corretta funzione cerebrale: grazie agli omega presenti in esso. Inoltre agisce anche come antidepressivo naturale. 
  • Favorisce la crescita muscolare: per questo è un alimento spesso consumato dagli atleti. 
  • Riduce il colesterolo LDL
  • Prevengono le malattie cardiache
  • Migliorano lo stato delle nostre arterie: aumentando la capacità del corpo di fornire ossigeno e sangue ai polmoni e i muscoli.
  • Antinfiammatorio: riducono le infiammazioni che potrebbero causare dolori articolari e rigidità.
  • Ottima fonte di vitamina B12: fornisce infatti il 50% del fabbisogno giornaliero di questa vitamina.
  • Contrasta i radicali liberi: favorisce il rallentamento dell’invecchiamento di cellule e tessuti.
  • Aiuta a combattere la fragilità ossea e malattie come l’osteoporosi.

Tipi di salmone 

In commercio si possono trovare diverse tipologie di salmone, vediamone alcuni:

  • Salmone selvatico: definito finora il migliore sul commercio. Possiede un profilo nutrizionale più sano del salmone d’allevamento, è più ricco di acidi grassi omega-3 essenziali e utili per la nostra salute, motivo per il quale è in vendita a prezzi elevati. Inoltre è difficile da trovare.
  • Salmone d’allevamento
  • Salmone in scatola
  • Salmone affumicato: come sostituto dei salumi, abbiamo scritto un articolo in merito.

Come scegliere un salmone di qualità

Il salmone fresco presenta un odore delicato, il colore rosato della carne invece indica la qualità del salmone. è importante verificare che questa caratteristica non sia troppo esagerata onde evitare che nell’alimentazione del salmone siano stati utilizzati cibi ricchi di coloranti.

Come consumarlo

La carne del salmone può essere consumata sia da cotta che da cruda, previo congelamento e abbattimento di ogni forma batterica. 

Lo possiamo utilizzare nella preparazione di antipasti, primi e secondi piatti, torte salate, panini ecc. Lo troviamo soprattutto nella cucina tipica giapponese come nella preparazione del sushi e del sashimi.

Il trancio di salmone lo si può cuocere in padella, al forno o alla griglia. 

Controindicazioni

Nonostante i suoi numerosi benefici, il salmone è un alimento ricco di grassi perciò è consigliabile non abbinarlo a formaggi, latticini e uova. Quello affumicato poiché ricco di sodio è sconsigliato per chi soffre di problemi come l’ipertensione. 

Invece per quanto riguarda il salmone d’allevamento è consigliabile ridurre il suo consumo poiché viene alimentato con mangimi che spesso contengono disinfettanti, ormoni e antibiotici dannosi per la nostra salute. Per chi è in gravidanza è preferibile consumarlo cotto ed evitare quello crudo. Infine il suo consumo è da limitare a 1/2 volte a settimana.

Un consumo, moderato, di salmone all’interno della nostra alimentazione può apportare numerosi benefici, tuttavia esistono numerosi altri tipi di pesci che possono assomigliare al salmone, come ad esempio il tonno, le sardine e lo sgombro.

Lascia un commento e partecipa alla discussione

Iscriviti alla newsletter