Sport

Respirazione diaframmatica: imparare a respirare bene

La respirazione diaframmatica è la respirazione naturale e ideale. 

Nonostante questo, spesso la nostra respirazione è invece toracica e superficiale, e non ci consente di inglobare tutto l’ossigeno che invece riusciamo a far entrare nel nostro corpo quando respiriamo utilizzando il diaframma. 

La respirazione è una funzione così importante per il nostro corpo, che agendo su di essa possiamo riuscire a controllare anche il nostro stato psico-fisico! Anche se per la maggior parte del tempo respiriamo senza rendercene conto, è comunque possibile scegliere di controllare la respirazione: possiamo regolare il ritmo, l’ampiezza e la durata di ogni nostro respiro. Così facendo passiamo da un’azione involontaria a una respirazione consapevole.

Che cos’è il muscolo “diaframma”?

Il diaframma, o diaframma toracico, è il muscolo che separa la cavità toracica dalla cavità addominale. Fondamentale per i processi vitali, con la sua caratteristica forma a cupola è direttamente implicato nelle fasi di inspirazione e espirazione, oltre a essere associato con l’attività di minzione, ossigenazione dei tessuti, il parto, la defecazione e il vomito. Questo muscolo, quindi, oltre alla respirazione, entra in gioco in numerose funzioni dell’organismo.

I benefici della respirazione diaframmatica

La respirazione diaframmatica comporta una serie innumerevole di benefici per l’organismo, quali:

  • il controllo dell’ansia;
  • il miglioramento dell’ossigenazione del sangue;
  • collo e spalle più rilassati;
  • la stimolazione del sistema linfatico;
  • il miglioramento nella gestione della voce e del canto;
  • la diminuzione di contratture, dolori cervicali, mal di schiena e collo;
  • il miglioramento dei problemi di stitichezza e mal di stomaco;
  • il stimolazione dei processi di rigenerazione cellulare;
  • il miglioramento della postura;
  • l’eliminazione delle tossine;
  • il miglioramento nella gestione dello stress;
  • un’influenza positiva su sistema nervoso e qualità del sonno;
  • l’ottimizzazione delle performance sportive;
  • un maggiore rilassamento e una dell’elasticità muscolare.

Tecniche di respirazione

La tecnica è quella di sdraiarsi a pancia in su, e appoggiare una mano sulla pancia e l’altra sul petto. Inspirate cercando di immettere quanta più aria possibile e vi accorgerete che la pancia si gonfia come un palloncino, i muscoli intercostali si contraggono e lo sterno va verso l’alto, il torace si espande.

Per iniziare a comprendere la funzione del diaframma è sufficiente questo semplice esercizio: la mano appoggiata sulla pancia deve alzarsi, mentre quella sul torace deve rimanere quasi ferma.

Ripetere l’operazione servirà, gradualmente, ad affinare le vostre percezioni. 

Il meccanismo fisico della respirazione è profondamente connesso alla condizione psicologica ed emozionale: come i pensieri e i nostri stati d’animo possono influenzare la respirazione, nello stesso modo respirare in un certo modo è in grado di interagire e avere una ripercussione sulle nostre emozioni.

Iscriviti alla newsletter