Alimentazione Sana

Pasta shirataki: proprietà e usi

Può esistere un alimento quasi privo di calorie e senza carboidrati? Certamente, stiamo parlando della pasta shirataki.

Conosciuti anche come Miracle Noodles è una tipologia di pasta giapponese. In Italia è conosciuta come shirataki, pasta senza calorie e shirataki di konjac, dalla radice di origine asiatica dalla quale viene prodotta. Viene prevalentemente usata come sostituito della pasta normale, da chi è intollerante al glutine e da chi è a dieta.

Spaghetti Shirataki: calorie

La pasta di konjac è famosa soprattutto per le sue pochissime calorie, tra le 10 e 20 kcal per 100 grammi di prodotto. Data la quasi totale assenza di carboidrati e grassi la pasta giapponese shirataki è perfetta per chi segue una dieta ipocalorica.

Con cosa è fatta la pasta shirataki?

Gli shirataki noodles sono realizzati con la farina di Konjac, un tubero che cresce naturalmente nel continente asiatico, dove viene macinato, ridotto in polvere e usato come farina dalla quale poi viene prodotta la pasta.

Il konjac, conosciuto anche come lingua del diavolo o giglio voodoo, è ricca di glucomannano dalle proprietà antitumorali, detossificanti, dimagranti e antinfiammatorie.

La pasta che ne deriva ha la particolarità di avere una bassissima densità calorica rendendola, di conseguenza, altamente digeribile.

La pasta shirataki di konjac è molto simile agli spaghetti di riso, con un sapore particolare, ma per niente forte. Ha la capacità di mantenerci sazi più a lungo e con una forte azione probiotica.

Di seguito vediamo quali sono le proprietà della pasta di konjac, come usarla e dove trovarla.

Pasta shirataki: proprietà

Gli spaghetti shirataki sono quasi privi di calorie, carboidrati, grassi, proteine, glutine e lattosio. La composizione è quasi tutta acqua e glucomannano, un polisaccaride complesso ricco di componenti idrosolubili.

100 grammi di pasta di Konjac contiene al massimo 20 calorie.

Tra le varie proprietà della pasta shirataki troviamo, inoltre, numerosi benefici:

  • Ricca di minerali: calcio, zinco, fosforo, manganese, cromo, rame e ferro
  • Favorisce il senso di sazietà
  • Favorisce il transito intestinale: utile per chi soffre di stitichezza
  • Ricca di fibre: ci mantiene sazi più a lungo e favorisce il corretto funzionamento dell’intestino.
  • Riduce i livelli di colesterolo: usata infatti in caso di sovrappeso e obesità. 
  • Priva di glutine: perfetta quindi per chi è intollerante al glutine
  • Ha un sapore neutro: possiamo condirla come più ci piace.

Dove comprare la shirataki

La pasta shirataki la possiamo trovare nei supermercati ben forniti e in tutti i negozi che vendono cibo naturale e privo di glutine. Bisogna comunque prestare molta attenzione all’etichetta, nella quale devono essere riportate tutte le informazioni del prodotto e i valori nutrizionali.

Tipi di shirataki

Esistono 2 tipi di pasta di Konjac o shirataki che possiamo trovare in commercio:

  • Immersa in un liquido gelatinoso: da risciacquare e saltare in padella e poi condirla a piacere
  • Pasta shirataki secca: da reidratare in acqua bollente per 7-8 minuti

Inoltre la possiamo trovare anche sotto forma di chicchi simili al riso o come sfoglia.

Come si cucina?

La pasta shirataki può essere consumata nelle zuppe o asciutta, accompagnata da verdure, carne magra e spezie. Dato il tempo di cottura brevissimo, consigliamo di aggiungere la pasta shirataki a fine cottura. I tempi di cottura sono indicativi poiché non scuociono.

Bowl di spaghetti shirataki con mais e verdure miste.
Una bowl di spaghetti shirataki con mais e verdure miste

Il sapore neutro della pasta shirataki gli permette di accompagna qualsiasi cibo.

Per tenere sotto controllo le calorie basterà condirli con alimenti leggeri, verdure, pesce o altro purché abbia un apporto calorico basso o contenuto.

Gli spaghetti shirataki fanno male?

Come ogni alimento la principale causa del sorgere di controindicazioni deriva dall’abuso che si fa di un determinato alimento e anche la shirataki non è esente. Flautolenza, feci molli e gonfiore addominale sono tra i principali effetti negativi.

Tuttavia è consigliabile sentire il proprio medico in caso si soffra di patologie particolari per cui bisogna limitare il consumo di questa pasta.

Iscriviti alla newsletter