Salute

Migliora la tua salute a contatto con la natura

Trascorrere del tempo a contatto con la natura ha numerosi effetti positivi sia per il corpo che per la mente. 

Passare circa il 90% del nostro tempo al chiuso, in mancanza di luce solare e aria fresca può influire negativamente sulla nostra salute.

Gli ambienti chiusi contengono sostanze inquinanti come monossido di carbonio, muffa e composti organici volatili in quantità molto più elevate. Sono spesso la causa di sintomi come mal di testa, affaticamento, malattie respiratorie e cardiache. Una scarsa esposizione alla luce solare e naturale è la causa di un aumento del cortisolo (l’ormone dello stress) e di bassi livelli di melatonina che aumentano il rischio di depressione e sonno scarso.

Quanto tempo trascorrere all’aria aperta?

Scambiare una corsa sul tapis roulant con una corsa al parco non sarebbe una cattiva idea, anzi, aumenta i nostri livelli di vitamina D.

Tuttavia una recente ricerca pubblicata nella rivista Scientific Reports ha scoperto che trascorrere 120 minuti a settimana all’aperto è l’ideale per migliorare la nostra salute e il nostro benessere.

Si possono trascorrere 120 minuti in una sola giornata o suddividerli durante la settimana, non ha importanza come si sceglie di trascorrere quel tempo all’aria aperta, i benefici sono gli stessi. In poche parole più tempo prendi il sole e stai all’aperto meglio è.

A contatto con la natura

Sono tante le ricerche che affermano i numerosi benefici che possiamo trarre dallo stare a contatto con la natura. Non solo per goderci il panorama che solo la natura e il verde ci possono offrire ma anche per prendere una boccata d’aria pulita e incontaminata.

Basta una giornata di trekking, un giro in mountain bike o un semplice picnic al parco per staccare dalla quotidianità e ripartire alla grande per affrontare una nuova settimana. 

Uno studio ha dimostrato come il cervello delle persone anziane che vivono vicino a foreste o in zone periferiche sia più reattivo rispetto a quelli che vivono in città. Un’altro studio ancora dimostra i benefici che un semplice parco sotto casa ha sui bambini, e un’altro addirittura dimostra come aree rurali e costiere possono rendere le persone più felici.

Uno studio del 2018 ha anche scoperto che trascorrere del tempo a contatto con la natura può portare ad una riduzione nel contrarre malattie come il diabete di tipo 2 e malattie cardiovascolari.

Benefici dello stare all’aria aperta e a contatto con la natura

Vediamo ora i benefici che possiamo ricavare dal trascorrere un determinato periodo di tempo in natura:

  • Riduce lo stress: ci rende più attivi, migliorando il nostro umore e la nostra concentrazione.
  • Calma l’ansia: in una ricerca, pubblicata sul Journal of Epidemiology and Community Health, sono state analizzate cartelle cliniche di diversi pazienti residenti in diverse aree dell’Olanda, per confrontare lo stato di salute di chi vive in aree verdi rispetto a chi vive in aree urbane. Il risultato ha confermato un basso livello di ansia e depressione per coloro che erano residenti nel verde.
  • Migliora l’assunzione di vitamina D: questa vitamina aiuta a ridurre le infiammazioni ed a rafforzare il sistema immunitario. è importante perciò passare del tempo a contatto con la luce solare per poter fare il pieno di questa preziosa vitamina.
  • Migliora la qualità del sonno: le luci artificiali, le strade trafficate e i rumori possono avere effetti negativi sulla qualità del sonno. Spostarsi dalle aree urbane e trascorrere del tempo in un ambiente incontaminato aiuta a regolare il nostro orologio interiore e così di conseguenza regolare i nostri ritmi di veglia e sonno.
  • Migliora il nostro sistema cardiovascolare: una pratica antica giapponese nota con il nome Shinrin-yoku ossia “bagno nella foresta”, consiste nel immergersi totalmente nella natura selvaggia. è una terapia vera e propria, che ci rende più attivi e ricettivi con un conseguente abbassamento del cortisolo nel sangue, diminuzione del battito cardiaco e pressione sanguigna. 
  • Migliora la creatività: una ricerca condotta da Ruth Ann Atchley afferma che la natura riesce ad incrementare la nostra creatività, grazie alla maggior concentrazione che si riesce a trovare in ambienti incontaminati. Distaccarsi dagli oggetti tecnologici permette al nostro cervello di riposare e così incrementare la nostra creatività.
  • Migliora la memoria: una ricerca dell’Università del Michigan ha dimostrato i numerosi effetti positivi di qualche periodo trascorso nella natura in merito alla memoria e di quanto questo incrementi le nostre funzioni cognitive.

Benefici per i nostri allenamenti

Anche i nostri allenamenti potrebbero trarre numerosi benefici. Una ricerca pubblicata sul Journal of Environmental Psychology ha scoperto che trascorrere 20 minuti all’aria aperta dà una carica di energia alla pari di una tazza di caffè, senza nessun effetto collaterale che la caffeina può dare.

Una ricerca del 2017, ha messo alla prova 2 gruppi:

  • Il primo gruppo ha camminato all’aperto per 45 minuti
  • Il secondo gruppo ha camminato per 45 minuti ma sul tapis roulant.

Il risultato è stato che i soggetti del primo gruppo, che ha camminato all’aperto, si sono sentiti più svegli e meno affaticati dopo gli allenamenti rispetto al secondo gruppo.

Infine passare del tempo all’aperto può portare numerosi benefici alla nostra salute, anche per chi cerca di avere una vita meno sedentaria e più attiva è un buon inizio concedersi qualche passeggiata all’aria aperta o qualche giorno in zone periferiche, in montagna e lontano dalle aree urbane. Quindi perché non iniziare, e godersi delle bellissime giornate di sole con qualche camminata all’aperto o a contatto con la natura che sia in compagnia e perché no del proprio amico a 4 zampe?

Iscriviti alla newsletter