Il golf uno degli sport più praticati al mondo

Il golf è diventato uno degli sport più praticati al mondo, non solo per il contatto con la natura e le lunghe passeggiate tra i suoi verdi fairways ed i curati green, ma anche perché è adatto a uomini, donne e bambini indistintamente dall’età.

È a tutti gli effetti, un’attività fisica e mentale perché oltre ad allenare la forza, la resistenza e la coordinazione del corpo aiuta a sviluppare la concentrazione.

Nonostante sembri uno sport “statico”

rispetto ai più popolari calcio e basket, il golf è un’attività che utilizza muscoli sia della parte inferiore sia superiore del corpo, inoltre attiva alcune fasce muscolari che normalmente non vengono sollecitate. Tra le catene muscolari più importanti: l’addome, soprattutto gli obliqui che aiutano il giocatore a effettuare una torsione del busto controllata e sciolta; per i muscoli delle braccia è importante l’allenamento dei tricipiti e dei muscoli dell’avambraccio per avere forza a sufficienza per colpire la pallina ed assorbire l’impatto con il terreno.

Oltre a un’ampia flessibilità del tronco sono fondamentali i muscoli nella parte superiore della schiena chiamati in causa durante lo swing.

Per quanto riguarda le gambe dobbiamo allenare i quadricipiti e i muscoli posteriori della coscia per avere stabilità e una forza esplosiva, essendo proprio le gambe, il motore di tutto movimento.

Tre esercizi per migliorare le vostre prestazioni golfistiche sono:

  • AFFONDI FRONTALI CON TORSIONE DEL BUSTO: eseguite un passo in avanti con il piede destro e piegate il sinistro quasi a sfiorare terra con il ginocchio formando un angolo di 90° con entrambe le gambe, nel momento dell’affondo effettuare una piccola torsione del busto attivando gli addominali obliqui, per poi tornare alla posizione eretta. Facendo attenzione a tenere la schiena sempre perpendicolare al terreno. Alternando le gambe.
  • TORSIONE DEL BUSTO CON BRACCIA APERTE: è importante eseguire la torsione del busto sia a destra sia a sinistra per avere una muscolatura simmetrica da entrambi i lati anche se nel golf si effettuerà da un solo lato; oltre alla torsione del busto bisogna mantenere le gambe leggermente piegate con il bacino immobile.
  • AVAMBRACCI: per sviluppare i muscoli degli avambracci, bisogna piegare le braccia formando un angolo di 90° e muovere i pugni verso l’alto (lo stesso movimento che si fa per accelerare in moto)
  • EQUILIBRIO: un ottimo esercizio per attivare il core, ovvero gli addominali è mantenere l’equilibrio su un solo arto mettendo sotto il piede un cuscino che avrà la funzione della tavoletta propriocettiva.

Questo esercizio è fondamentale perché l’addome è un raccordo di muscoli che ha due funzionalità, quella di stabilizzare e di fungere da connessione per il trasferimento di forze dagli arti inferiori agli arti superiori: questo rappresenta l’essenza dello swing.

Oltre all’allenamento muscolare

il golf permette di eseguire lunghe camminate quindi di stimolare l’allenamento aerobico. Un perfetto Mix.

Un altro ottimo aspetto del Golf è l’allenamento alla concentrazione perché prima di colpire la pallina con il bastone bisogna focalizzarsi sul colpo che si vuole eseguire.

Il Golf è uno dei pochi sport che vi permette di essere a stretto contatto con la natura e allo stesso tempo vi consente di utilizzare tutto il corpo.

Vi aspetto nel mio studio in via Senato 20, scrivetemi su musocchisimona@gmail.com

Condividi

Related Posts