Sport

Core training: cos’è e i miti da sfatare

Allenare correttamente il core è importante al fine di evitare infortuni durante i nostri allenamenti. 

Tuttavia molti ancora non conoscono la sua importanza e in giro si è creata di conseguenza disinformazione creando di conseguenza falsi miti con false promesse in merito ad avere un addome piatto, forte e definito.

In questo articolo parleremo e sfateremo i miti più conosciuti che girano attorno all’allenamento del core.

Il core training ci permette di bruciare il grasso in eccesso dell’addome

Quando si tratta di eliminare il grasso dall’addome solitamente si pensa ad un allenamento composto da esercizi come i crunch, proprio perché si pensa che eseguendo questo genere di esercizi si possa bruciare il grasso in eccesso presente in quella zona, niente di più sbagliato.

Quando eseguiamo questo genere di esercizi il bruciore che sentiamo in quella zona è causata dall’accumulo di acido lattico nei muscoli. Il grasso che bruciamo durante un allenamento invece viene prelevato dalle cellule adipose presenti in tutto il corpo e non solo dalla zona su cui stiamo lavorando.

La scelta migliore per bruciare grasso addominale o tessuto adiposo da altre parti del corpo è quella di eseguire esercizi che coinvolgano tutti i muscoli del nostro corpo, poiché richiedono più energia e di conseguenza si bruciano più grassi.  

Per avere addominali scolpiti bisogna fare solo crunch

È il sogno di molti avere un addome scolpito, tonico e definito. Ma un addome così è davvero possibile per tutti averlo?

La verità è che siamo tutti diversi e non tutti sviluppiamo muscoli come altri. I nostri geni, il nostro tessuto muscolare è diverso in ognuno di noi, perciò è inutile pensare di avere gli addominali uguali e identici ad un’altra persona.

Possiamo migliorarlo riducendo il grasso in eccesso seguendo una corretta alimentazione con lo scopo di ridurre il grasso corporeo, abbinato ad una corretta attività fisica. 

I plank tonificano l’addome

Mantenere per diversi minuti la posizione del plank può farci pensare di avere come risultato nel tempo un addome scolpito e tonico. Bisogna però prestare molta attenzione alla sua esecuzione. 

Mantenere questa posizione richiede un grande sforzo da parte di tutto il corpo e non solo dell’addome, diventando così un esercizio molto difficile se si è alle prime armi. Proprio per questo motivo è uno degli esercizi che spesso vengono eseguiti in maniera scorretta, creando problemi e infortuni.

Per eseguirlo correttamente, una volta messi nella posizione del plank è importante stringere bene i glutei e spingerli verso le scapole. 

Tuttavia è importante variare e introdurre questo esercizio all’interno di un allenamento in cui siano presenti anche altri esercizi. Una volta che diventiamo bravi nella sua esecuzione si può pensare a renderlo più intenso, come ad esempio aggiungendo un peso sulla schiena.

L’esercizio migliore per allenare il core sono i crunch

Eseguire esercizi come i crunch spesso sono la prima scelta che ci viene in mente quando si tratta di allenare il proprio core. 

Sono sì uno degli esercizi più semplici da fare ma non bisogna ammazzarsi di ripetizioni infinite di crunch per poter tonificare e avere dei risultati. L’ideale sarebbe aumentare l’intensità di esecuzione di questo esercizio magari aggiungendo dei pesi, una fit ball per creare meno stabilità e abbinare altri esercizi specifici per gli addominali che coinvolgano più fibre muscolari della zona addominale.

Eseguire esercizi focalizzati sugli addominali inferiori

L’incremento di interesse verso esercizi che coinvolgano gli addominali inferiori è decisamente dovuto al fatto che molte persone tendono ad accumulare tessuto adiposo nella parte inferiore dell’addome. 

Tuttavia sia che vogliamo allenare gli addominali inferiori o quelli superiori, poco cambia, si tratta dello stesso muscolo, il retto addominale. In anatomia il retto addominale è composto da addome inferiore e superiore.

Si possono eseguire esercizi focalizzati sugli addominali inferiori, ma ogni muscolo che lavora durante l’esecuzione di quei determinati esercizi coinvolgerà alla fine tutti i muscoli dell’addome. 

È preferibile in questi casi allenare il proprio addome eseguendo esercizi che coinvolgano tutta l’area e non solo una zona specifica, così da tonificare e stimolare la crescita dei nostri addominali.

Lascia un commento e partecipa alla discussione

Iscriviti alla newsletter