Food

Come leggere le etichette sui prodotti alimentari

Quando si va a fare la spesa, si riesce a distinguere quale prodotto o alimento sia valido in base ai suoi valori nutrizionali e ingredienti?

Queste informazioni riportate sui singoli prodotti sono obbligatorie per legge. In questo articolo vedremo come leggere le etichette sui prodotti alimentari.

Com’è fatta un’etichetta alimentare

Le etichette alimentari vengono riportate al fine di informare il consumatore sulle caratteristiche del prodotto. Su di esse possiamo trovare numerose informazioni e sono:

  • Marca
  • Peso netto: la dicitura peso sgocciolato viene usata nel caso di prodotti sott’olio o in ammollo.
  • Denominazione di vendita: la descrizione del prodotto, ossia il nome.
  • Elenco ingredienti
  • Data di scadenza
  • Modalità di conservazione 
  • Quantità dei singoli ingredienti
  • Eventuali allergeni
  • Chi l’ha fatto
  • Lotto di provenienza

Per quanto riguarda la lettura dei valori nutrizionali, la quantità dei nutrienti presenti nel prodotto  si riferiscono a 100g o 100 ml di prodotto.

I valori nutrizionali vengono suddivisi in:

  • grassi 
  • carboidrati
  • proteine. 

Successivamente a questi si possono aggiungere valori come: 

  • grassi saturi
  • zuccheri
  • fibre
  • sodio

Più l’etichetta è ricca di informazioni meglio è, poichè il produttore è obbligato per legge a rispettare la veridicità delle informazioni.

Ingredienti

Per quanto riguarda gli ingredienti presenti nell’etichetta alimentare, sono in ordine decrescente di quantità, non è perciò casuale. Questo vuol dire che il primo ingrediente che troviamo nella lista è quello presente in quantità maggiore, che a sua volta è più abbondante del terzo e così via.

Quando troviamo la dicitura “in proporzione variabile” significa che nessun ingrediente prevale sull’altro in termini di quantità.

Come distinguere un prodotto migliore da un’altro

Se controlliamo per bene l’ordine dei singoli ingredienti possiamo capire quale prodotto sia migliore a livello nutrizionale. Questo è un fattore da tenere bene in mente al momento dell’acquisto, nel caso vogliamo scegliere prodotti meno ricchi di zuccheri o grassi.

Se come primo ingrediente troviamo lo zucchero, sappiamo che quel determinato prodotto è più ricco di zuccheri di un’altro, è preferibile in questo caso trovare quel ingrediente in fondo alla lista.

Quando si parla di cereali o prodotti integrali, è importante che il primo ingrediente sia proprio un cereale integrale e non uno raffinato, o per lo meno che la quantità, percentuali, sia più alta.

Prodotti da evitare

É preferibile evitare prodotti che contengano zuccheri raffinati, oli vegetali idrogenati, olio di colza, strutto, margarina ecc.

Spesso ci ritroviamo prodotti con scritto sulla confezione la frase “senza zucchero”, non bisogna fidarsi, ma leggere attentamente gli ingredienti, perché se troviamo diciture come 

  • sciroppo di glucosio
  • sciroppo di fruttosio
  • maltosio
  • amido di mais
  • sciroppo di cereali 

Non sono altro che nomi che indicano indirettamente la presenza di zucchero all’interno del prodotto, con un indice glicemico simile al saccarosio.

Aromi e additivi

Nella lista degli ingredienti spesso si trovano 2 tipologie di aromi:

  • Aromi: ossia aromi artificiali
  • Aromi naturali: essenze, estratti ecc. Ottenuti da materie vegetali

In ogni caso quelli da preferire sono gli aromi naturali rispetto a quelli artificiali.

Quando si parla di additivi invece, ci si rivolge a:

  • Coloranti
  • Emulsionanti
  • Antiossidanti
  • Edulcoranti

Sono numerosi ed hanno una sigla costituita dalla lettere E seguita da un numero ad esempio:

  • Da E100 a E199: indicano i coloranti
  • Da E200 in poi: altri tipi

In questo caso è consigliabile scegliere prodotti che contengano al loro interno meno additivi.

In conclusione scegli alimenti con una lista di ingredienti più semplice possibile, senza troppi additivi, conservanti, coloranti ecc. Non sarà solo la scelta più consapevole e migliore da fare ma farà bene alla vostra salute.

Iscriviti alla newsletter