Sport

Come fare bene le flessioni

Fare le flessioni è uno degli esercizi più conosciuti, eppure sono poche le persone che riescono ad eseguirlo in maniera corretta. 

Una volta che abbiamo ben chiaro che i piegamenti sulle braccia coinvolgono tutto il corpo piuttosto che vederli come un singolo esercizio muscolare, ossia di solo petto e braccia, diventa più facile poi migliorare la tecnica.

I piegamenti sulle braccia sono un esercizio che richiede maggior sforzo sui muscoli quali:

  • Pettorali
  • Deltoidi
  • Tricipiti

Ci vuole pazienza prima di poterli eseguire al meglio, questo perché così si evitano danni e dolori a spalle, gomiti e polsi.

Le flessioni inoltre coinvolgono i seguenti muscoli:

  • Addominali
  • Glutei
  • Gambe

Iniziare dalle basi e dalle versioni facilitate ci permette di progredire e migliorare la tecnica.

In questo articolo vedremo come fare bene le flessioni anche per chi è alle prime armi.

La tecnica 

Per eseguire al meglio questo esercizio bisogna:

  • distendersi a pancia in giù;
  • posizionare le mani all’altezza delle spalle;
  • mantenere il corpo disteso;
  • raddrizzare le braccia e sollevare il corpo verso l’alto: non dobbiamo piegare il busto all’indietro il corpo deve appoggiarsi solo sulle mani e dita dei piedi;
  • a questo punto eseguire le flessioni abbassando e alzando il corpo, piegando le braccia.

È importante ricordarsi di non appoggiarsi a terra tra una flessione e l’altra

Esistono numerose varianti, da quelle più facili a quelle più difficili, che possiamo fare in base al nostro livello.

Flessioni con ginocchia appoggiate a terra

Chi per la prima volta sta imparando a fare le flessioni consigliamo di non iniziare con quelli completi. Se non siamo in grado di eseguire una flessione completa come quella descritta in precedenza, questa variante può essere utile.

L’unica differenza in questo caso è il punto di appoggio, prima era sulle dita dei piedi ora è sulle ginocchia, è consigliabile utilizzare un tappetino o comunque una base morbida sotto le ginocchia così da non sentire dolore. Per eseguirla bisogna mantenere i glutei schiacciati gli addominali flessi e i gomiti che si muovono all’indietro e verso il basso e infine spingersi indietro. Una volta che riusciremo ad eseguire al meglio questo tipo di piegamento sulle braccia possiamo provare a fare quelli senza le ginocchia a terra ma con le gambe appoggiate solo sulla punta dei piedi.

Flessioni eccentriche

In questa variante il movimento in cui ci abbassiamo e pieghiamo i gomiti, per avvicinare il petto al pavimento, dobbiamo eseguirlo lentamente e poi tirarci di nuovo su. Questa tecnica permette di imparare meglio a fare una flessione.

Flessioni con una sola mano

Questa variante a differenza di quella descritta prima è più difficile da eseguire. In questo caso le gambe, appoggiate sulla punta dei piedi, sono allargate in modo tale da garantire più stabilità, più sono distante le gambe e minore sarà lo sforzo.

Infine sono tante le versioni per fare questo tipo di esercizio, ricordiamoci di non eseguire tutto e subito ma di andare per step, una volta capita la tecnica ed aver eseguito perfettamente il movimento possiamo cimentarci in altre versioni per mettere alla prova la nostra forza e resistenza.

Iscriviti alla newsletter