Sport

Come contrastare l’invecchiamento con l’attività fisica

L’attività fisica, come ben sappiamo, è fondamentale per mantenere una buona salute sia fisica che mentale. 

È stato confermato che chi segue uno stile di vita attivo può addirittura risultare più giovane, a livello motorio, di quasi 10 anni!

In questo articolo vedremo come l’attività fisica può aiutarci a contrastare l’invecchiamento e quanto sia utile con l’avanzare dell’età avere una vita meno sedentaria e più attiva.

Invecchiamento

Prima di parlare di quanto lo sport possa aiutare contro l’invecchiamento vediamo nel dettaglio cos’è l’invecchiamento

È un processo naturale che avviene per tutti, in maniera differente tra uomini e donne. Con il passare degli anni andiamo tutti incontro ad una riduzione delle nostre capacità motorie ma con l’esercizio fisico regolare possiamo rallentarlo

Ci sono tanti modi per rallentare il processo di invecchiamento, come ad esempio dedicare una corretta quantità di ore al nostro riposo notturno e il movimento. Dormire correttamente e le ore necessarie può avere numerosi benefici.

L’attività fisica invece oltre a rafforzare il nostro sistema immunitario mantiene attivi i nostri organi, apparati e contrasta l’azione dei radicali liberi.

Invecchiamento e sport

Una ricerca condotta nel 1992, che ha coinvolto persone tra i 35 e gli 80 anni, ha dimostrato che le persone in età già avanzata potessero addirittura risultare più giovani di quasi 10 anni (rispetto a coloro che vivono uno stile di vita sedentario) in termini di capacità motorie.

Il nostro corpo degenera durante il corso della nostra vita, a partire dai trenta anni. Uno dei primi sintomi di questa degenerazione fisica avviene nella forza. La muscolatura diminuisce e può variare da persona a persona.

La perdita di resistenza è invece molto meno evidente con l’avanzare dell’età rispetto alla forza. È importante perciò adeguare l’attività sportiva in base all’età. 

Le persone che conducono uno stile di vita attivo e che si allenano costantemente e regolarmente tendono con il passare degli anni ad avere sempre meno disturbi fisici. 

Uno studio, condotto dai ricercatori della Ball State University, su un gruppo di persone composto da anziani settantenni sportivi e sedentari e da giovani ventenni che conducono uno stile di vita attivo, ha dimostrato che i muscoli degli anziani sportivi risultava simile a quello dei giovani fisicamente attivi rispetto ai loro coetanei sedentari e che la loro salute capillare è simile a quella di persone di trenta anni in meno.

Questi risultati sono la dimostrazione che svolgere un regolare esercizio fisico può aiutare ad avere e mantenere una buona salute, rallentando se non evitando la fragilità fisica.

Con l’aumentare del livello e quindi passando da esercizi leggeri a moderati si può ridurre il rischio di contrarre malattie cardiovascolari. Perciò si consiglia sempre di più di ridurre la sedentarietà e sviluppare sane abitudini anche alimentari alla propria routine.

Inoltre più invecchiamo e più il nostro processo di rigenerazione diventa inefficiente. Uno studio recente condotto sui topi ha dimostrato come la corsa nella ruota sia correlata alla rigenerazione dei muscoli, soprattutto nei topi più anziani.

Perciò condurre uno stile di vita attivo può anche portare effetti positivi in merito alla nostra rigenerazione e recupero muscolare dopo l’allenamento.

A questo proposito l’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia almeno 2,5 ore alla settimana di attività sportiva moderata.

Benefici dello svolgere attività fisica in età avanzata

Sono tanti i benefici che si può trarre dal praticare una regolare attività fisica in età avanzata. 

Muoversi fa bene non solo al corpo ma anche allo spirito. Che sia camminare, andare in bici, in palestra o allenarsi a casa. 

L’attività sportiva può apportare benefici per la nostra salute e benessere che non si limitano solo a quelli fisici ma anche a quelli psicologici e mentali.

I benefici quindi di svolgere attività sportiva sono numerosi, migliora la nostra vita presente e quella futura, e sono: 

  • Migliora la circolazione e riduce la pressione arteriosa: porta più ossigeno alla nostra pelle, rendendola quindi più luminosa, morbida e levigata.
  • Migliora la densità ossea: riduce infatti il rischio di contrarre fratture in caso di caduta. 
  • Migliora la frequenza cardiaca a riposo
  • Migliora la forza, resistenza muscolare e la nostra coordinazione
  • Migliora il nostro stato fisico e psicologico: ci rilassa, ci mantiene meno stressati 
  • Aiuta a mantenere attivo il nostro cervello e la mente giovane
  • Aiuta a mantenere il proprio peso ideale: ha effetti positivi sui nostri ormoni, infatti aiuta a mantenere il controllo del nostro peso, che come ben sappiamo diventa sempre più difficile da mantenere con l’avanzare dell’età.
  • Riduce il rischio di mortalità

Come iniziare?

Ovviamente, chi non ha mai praticato sport sconsigliamo di iniziare con allenamenti lunghi e intensi. Può bastare mezz’ora o un’ora per tre o quattro volte a settimana.

Anche una passeggiata fuori per tre volte a settimana per iniziare può andare bene. L’importante è non trascorrere tutti i giorni seduti o sdraiati sul divano. 

Il weekend che è il momento dove siamo un po’ più liberi potremmo quindi essere più attivi. 

In ogni caso è sempre consigliabile sentire il proprio medico qualora si voglia intraprendere un programma di allenamento specifico.

Se si soffrono di problemi cardiovascolari è consigliabile evitare esercizi di tipo anaerobico e l’uso di carichi pesanti, sentire il proprio medico è sempre la migliore scelta.

È importante inoltre prestare molta attenzione all’esecuzione degli esercizi, senza esagerare con i carichi (qualora il nostro livello sia ancora agli inizi) e senza esagerare con i giorni di allenamento.

Un eccessivo allenamento può portare effetti contrari e negativi per il nostro corpo, perciò consigliamo sempre di avere dei giorni di riposo così da permettere al nostro corpo di recuperare al meglio dallo sforzo.

Quale sport scegliere?

Non tutti gli sport possono essere degli ottimi alleati contro l’invecchiamento. L’attività fisica varia in base alle durata, intensità, frequenza e fascia muscolare interessata.

La corsa ad esempio, durante un caso di studio, ha dimostrato di essere in grado di ringiovanire tutto il nostro organismo. 30-40 minuti di corsa se praticata almeno quattro volte a settimana può rallentare i nostri processi d’invecchiamento.

Fare troppi allenamenti di tipo aerobico può provocare una perdita di massa muscolare è preferibile quindi abbinare sia allenamenti di tipo cardiovascolare che di forza e trovare quello che fa per noi.

In linea generale consigliamo di adottare uno stile di vita attivo, aumentando il nostro livello gradualmente e limitare il tempo di inattività.

Ricordiamoci inoltre che variare può essere un valido aiuto contro la noia e soprattutto può dare nuovi stimoli al nostro corpo. 

Non è mai troppo tardi per iniziare, non c’è un’età precisa e indicata per praticare sport, i limiti esistono perchè ce li imponiamo noi.

Non bisogna esagerare con l’attività fisica

Alcune ricerche scientifiche hanno dimostrato che esagerare con l’attività fisica può avere effetti collaterali a danni della pelle. 

Fare sport permette alle nostre cellule staminali muscolari di auto-rigenerarsi, migliora la nostra funzionalità respiratoria, mantiene il nostro cuore sano (ossigenando meglio i tessuti).

Oltre ai benefici fisici a livello psicologico, allenarsi aiuta a mantenere il nostro cervello sano e attivo. Le persone che hanno uno stile di vita attivo possiedono un’età biologica inferiore rispetto a coloro che conducono una vita sedentaria e sono poco attivi. 

Ricordiamoci però che più tempo ci alleniamo e più produciamo radicali liberi, di conseguenza aumenterà il rischio di contrarre infiammazioni e quindi la possibilità di andare incontro ad un invecchiamento precoce

Inoltre se la produzione di radicali liberi avviene grandi quantità può provocare un progressivo danneggiamento dei tessuti.

È consigliabile quindi fare sport in maniera moderata e dare il giusto tempo al nostro corpo di riposare.

I 3 pilastri di un corretto stile di vita comprende non solo lo svolgere una regolare attività sportiva ma anche:

Alimentazione

Oltre all’attività sportiva è sempre preferibile avere anche una corretta alimentazione. Il selenio svolge un ruolo importante in merito alla protezione contro le molecole che possono danneggiare i nostri tessuti e cellule, agisce come antiossidante, ostacolando l’infiammazione dei tessuti e il loro invecchiamento.

Non solo sono tanti gli alimenti dal potere antiossidante che possiamo introdurre nella nostra alimentazione.

Per saperne di più sull’argomento ecco 10 consigli per il raggiungimento si una corretta salute.

Inoltre abbiamo un’intervista dedicata al Dr. Filippo Ongaro, Medico Chirurgo, Direttore Scientifico dell’Istituto di Medicina Rigenerativa e Anti-Aging s.r.l. dove ci parla della medicina anti-aging e del suo impatto nella nostra vita quotidiana.

Lascia un commento e partecipa alla discussione

Iscriviti alla newsletter