Alimentazione Sana

Carenza di vitamina D: come integrarla

Una delle vitamine più importanti per mantenere il nostro corpo in salute è la vitamina D. 

Può capitare, in determinati periodi, di avere una vera e propria carenza di questa vitamina ed è allora che l’uso di integratori o il consumo regolare di determinati alimenti può venire in nostro aiuto.

Cos’è la vitamina D

La Vitamina D è una vitamina liposolubile, può quindi essere assorbita nel sangue se combinata ad una fonte lipidica, come formaggi, noci, avocado e oli vegetali.

Il nostro corpo produce questa vitamina attraverso l’esposizione della nostra pelle ai raggi UV. Oltre all’esposizione solare tuttavia la possiamo trovare in determinati alimenti anche se in quantità inferiori.

Benefici della vitamina D

La vitamina D possiede numerosi benefici, ecco quali:

  • Regola il metabolismo del fosfato e del calcio: utili per mantenere in buona salute le nostre ossa.
  • Svolge un ruolo importante nella mineralizzazione ossea: riduce il rischio di osteoporosi e fratture.
  • Rafforza i muscoli: gli integratori di vitamina D possono aumentare la forza dei nostri muscoli. Alcune ricerche inoltre hanno verificato che atleti agonistici hanno migliorato la loro forza muscolare e le loro prestazioni grazie all’assunzione di vitamina D abbinata alla vitamina K.
  • Mantiene normali i livelli di calcio nel sangue: importante per mantenere una normale funzionalità muscolare
  • Aiuta nella normale funzione del sistema immunitario: proteggendoci dalle infezioni

Dove la possiamo trovare

La Vitamina d la troviamo principalmente nei nostri muscoli, tessuti adiposi e anche nel fegato in quantità inferiori.

Bastano 15 minuti al giorno di esposizione solare, senza crema protettiva, in primavera o estate per aiutarci a fare il pieno di questa vitamina. Qualora sia inverno possiamo prolungare le nostre uscite e stare per almeno 30 minuti all’esterno. 

Inoltre per chi soffre di una carenza più elevata di vitamina D può essere di grande aiuto l’assunzione di integratori. In questo caso è consigliabile rivolgersi al proprio medico, che in base ai risultati ottenuti dalle analisi del sangue, saprà darci i consigli corretti.

Come sapere se abbiamo una carenza di Vitamina D

La vitamina D svolge numerose funzioni metaboliche importanti, perciò una sua carenza a livello ematico può portare allo sviluppo di disturbi e disfunzioni.

Il nostro corpo ci invia dei segnali quando abbiamo scarse quantità di questa vitamina. I sintomi che possiamo avvertire sono:

  • Stanchezza e insonnia
  • Vertigini e mal di testa
  • Calo delle performance e debolezza muscolare
  • Propensione alle infezioni
  • Inadeguata mineralizzazione dello scheletro: con conseguente fragilità, malformazioni ossee e sviluppo di malattie come l’osteoporosi.
  • Dolori addominali

Alimenti ricchi di Vitamina D

Possiamo, anche, attraverso l’alimentazione, assumere la Vitamina D. Esistono alimenti da consumare regolarmente, che possono aiutarci ad incrementare la produzione di vitamina D da parte della pelle quando l’esposizione al sole non è possibile, ecco quali:

  • Uova
  • Latticini: come yogurt, formaggi, burro e latte. Il calcio presente in questo tipo di alimenti aiuta ad assorbire al meglio la vitamina D. 
  • Pesci grassi: come lo sgombro, il salmone, le sardine ecc. Ossia tutti i tipi di pesce ricchi di grassi. 
  • Fegato
  • Olio di fegato di merluzzo: assunto come integratore secondo le proprie indicazioni mediche.
  • Funghi

Iscriviti alla newsletter