Sport

A cosa serve la training mask? è davvero utile?

Molti atleti professionisti indossano la training mask durante i loro allenamenti, ma funziona veramente?

Le training mask sono maschere capaci di simulare l’allenamento in quota. Questo prodotto servirebbe infatti a dare una spinta in più al nostro allenamento. Nonostante ciò è stato oggetto di dibattito e di studio che ha dato risultati inconcludenti e non ancora del tutto chiari, infatti la sua efficacia all’interno di un allenamento deve ancora essere dimostrata.

L’allenamento in quota

Iniziamo spiegando brevemente cos’è un allenamento in quota. è una tipologia di allenamento nella quale l’ambiente presenta una quantità di ossigeno pressoché ridotta. Con l’obiettivo appunto che il nostro corpo aumenti la produzione di globuli rossi.

Questo tipo di allenamento è diventato con il passare del tempo sempre più popolare, ed è per questo che sono stati creati dispositivi sempre nuovi e più economici per simulare in città questo tipo di allenamento senza doversi spostare per raggiungere ambienti ad alta quota..

Ed è qui che nascono le Training Mask, un dispositivo che copre la bocca limitando l’ingresso dell’aria.

Com’è fatta la training Mask 

è composta da una varietà di tappi a resistenza regolabile e 3 valvole di flusso anch’essi regolabili.

Viene utilizzata per:

  • Simulare l’allenamento in quota
  • Rafforzare i muscoli respiratori
  • Aumentare e migliorare la resistenza
  • Aumentare la forza
training mask a cosa serve

Benefici

Questa tipologia di maschera copre tutta la zona che comprende la bocca e il naso, riducendo la quantità di ossigeno che respiriamo durante l’allenamento. Porta perciò a far lavorare di più il nostro cuore e i nostri polmoni, senza la maschera infatti il nostro corpo utilizza l’ossigeno in modo più efficiente. Coloro che fanno uso della training mask affermano che il suo utilizzo migliori la loro velocità, resistenza e forza.

Questo perché alcuni atleti, soprattutto i runners che percorrono lunghe distanze, si allenano ad elevate altitudini. Si ritiene infatti che gli allenamenti in altitudine aumenti la produzione di globuli rossi e successivamente, una volta ritornati al livello del mare, si abbia un aumento delle performance.

Cosa dicono gli studi

Finora, i risultati della ricerca sono ancora molto contrastanti. Uno studio pubblicato sulla Journal of Sport Science Medicine ha esaminato gli effetti delle training mask su un numero di 24 atleti. Hanno scoperto che 12 di questi hanno verificato miglioramenti nella respirazione rispetto a coloro che non hanno fatto uso delle training mask.

Tuttavia, altri studi non hanno riscontrato vantaggi legati al loro utilizzo. 

Un altro studio, pubblicato sulla journal of Strength and Conditioning Research ha notato che indossare le training mask, durante un allenamento che prevede il sollevamento pesi, diminuisse la capacità di concentrazione.

Infine, le training mask possono essere di aiuto a farci respirare in modo più efficiente ma non è ancora chiaro come possa migliorare invece le prestazioni atletiche.

Bisogna utilizzarle con cautela, poiché potrebbero causare iperventilazione o svenimento e in persone che soffrono di pressione alta o problemi cardiovascolari è consigliabile evitarne l’utilizzo.

Iscriviti alla newsletter